Luca Vismara: Il Naufrago (per sempre)

Siamo tutti naufraghi alla ricerca della propria Isola.

Ben naufragati sul mio sito!

Sono Luca Vismara,

nato l’1 gennaio 1992, 25 anni, professione: Naufrago (canterino) per sempre. Così mi piace definirmi.

Sono nato a Monza e vivo da sempre in un piccolo paese della Brianza, a una manciata di chilometri da Milano. Nonostante trascorra la maggior parte del mio tempo nella città della Madonnina, mi trovo bene a vivere nel mio paesino circondato da campi di grano a due passi dal fiume Adda. Il caos meneghino, dopo un po’, mi stanca.

Ho studiato al liceo linguistico, parlo cinque lingue (italiano, inglese, francese, tedesco e svedese) e sono laureando in Scienze della Comunicazione presso l’università IULM di Milano.

La mia vita è divisa nettamente in due: in Italia studio e nel tempo libero tengo corsi di lingue straniere per i più piccoli e arrotondo facendo il modello, in Svezia sono una pop-star per caso.

Ebbene sì, dopo aver vinto il concorso Erasmus, ho studiato in Svezia, nella sperduta località di Jönköping. Qui ho pubblicato, quasi per gioco, una canzone, In My Arms (qui per ascoltarla) per poi ritrovarla in classifica accanto a nomi altisonanti quali Katy Perry, Lady Gaga e Clean Bandit. Firmato un contratto con la Universal Music, ad oggi, continuo a scrivere e a pubblicare i miei inediti.

Viaggio sin da quando sono nato e, grazie ai miei genitori, sono riuscito a visitare gran parte del mondo: dalle Seychelles alla Thailandia, dagli USA alle Maldive.

Il tempo di viaggiare con loro è ormai finito, ora preferisco la presenza dei miei amici, ma non disdegno la loro compagnia, infatti, non capita di rado che decida di invertire i ruoli e di portarli io in giro verso nuove mete: le nonne, la mamma, il papà, la zia o i cugini possono rivelarsi grandi naufraghi come me e regalano sempre grandi soddisfazioni.

Con questo sito, o meglio, Diario di Bordo, ho deciso di raccontare i miei viaggi, come li prenoto, come trovo le migliori offerte senza però rinunciare a nulla. Vi svelerò i miei segreti, vi segnalerò gli hotel, i resort, i B&B dove sono stato, cosa ho visitato e dove ho mangiato. Insomma, vi insegnerò l’arte di viaggiare.

Naufraghi si nasce, ma lo si può anche diventare.

Il Naufrago non lo so riconosce dai capelli bruciati dal sole, dalla barba incolta, da quattro stracci utilizzati come vestiti (non immaginatemi così!).

Il Naufrago non è nient’altro che un viaggiatore evoluto: è colui che è in continua esplorazione, in continua crescita e ricerca prima di tutto del suo vero Io più profondo. Naufrago è colui che, quando viaggia, non si chiude nel villaggio turistico, nell’hotel: il perfetto naufrago entra a contatto con le culture del luogo, che si dimentica delle sue origini per un periodo, breve o lungo che sia, si sente parte di un nuovo mondo, di una nuova Isola.

Il vero Naufrago non ha paura di perdere la rotta, non ha paura del nuovo, del diverso. Il vero Naufrago cerca le sue Isole, ogni singolo giorno. Per lui è un viaggio anche la strada che percorre ogni giorno per tornare a casa, la sua terraferma.

Ecco perché mi sento un perfetto Naufrago. E lo sarò per sempre.

Annunci

1 commento su “Luca Vismara: Il Naufrago (per sempre)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...